NATO Bildenberg IN DoNbass

Prime Minister Benjamin Netanyahu -- è indispensabile ora, rimuovere tutte le sanzioni contro, la Russia, e fare una coalizione mondiale, per ottenere: il genocidio della LEGA ARABA.. bisogna dare 10 giorni di tempo: a tutte le Nazioni islamiche, affinché possano condannare la Sharia, e possano: annunciare lo Stato Laico
https://www.youtube.com/user/StopSpaMistafield/discussion
https://www.facebook.com/Netanyahu -- non credo che, qualcuno dovrebbe avere paura di un ministro di Dio: pacifico, come me, perché, il fatto, che, mi segue il 50% dell'Inferno, insieme a tutto: il Regno di Dio, questo non dovrebbe essere un dettaglio troppo importante.. anche se: io credo: che: è importante per: Bush 322 LaVey culto NWO 666 Talmud Rothschild, infatti, per realizzare il loro regno di satana sulla terra? dovranno aspettare ancora! https://www.youtube.com/user/StopSpaMistafield/discussion 
no! this dirty work against ISIS sharia nazi, it must do the Arab League sharia nazi: alone! ] otherwise, every Muslim will become a terrorist sharia, very soon! ] [September 5, 2014,] [Appeal of the United States for an international coalition against ISIS]
no! questo lavoro sporco, contro ISIS sharia, lo deve fare la LEGA ARABA sharia: da sola! ] diversamente, ogni musulmano diventerà un terrorista! ] [ 5 settembre 2014, ] [ Appello degli Stati Uniti per una coalizione internazionale contro ISIS ] Il segretario di Stato USA John Kerry ha invitato la NATO a costruire una coalizione internazionale contro il gruppo fondamentalista Stato Islamico, che ha conquistato una vasta area di territori nel nord dell'Iraq e in Siria.
Lo ha affermato durante il vertice dell'Alleanza Atlantica in Galles.
In precedenza il segretario generale della NATO Anders Fogh Rasmussen aveva accolto con favore l'assistenza fornita all'Iraq da alcuni Paesi alleati e dagli Stati Uniti, che hanno condotto diversi attacchi aerei sulle posizioni di ISIS, così come hanno dato assistenza umanitaria ai rifugiati.
http://italian.ruvr.ru/news/2014_09_05/Appello-degli-Stati-Uniti-per-una-coalizione-internazionale-contro-ISIS-1075/
    Marijuana could keep PTSD in check, study suggests
A chemical found in marijuana may help people cope with post-traumatic stress disorder, according to a new Israeli study on rats. Being reminded of a traumatic event often re-traumatizes people. A loud car alarm, for example, could lead to new PTSD symptoms...
By Andrew Tobin
September 5, 2014
5:42 pm
Maybe we can split the difference?
From a pure medical point of view, there is a clear difference between 80% and 90% and 100% on the universal quality of care scale. Even if the patients don't feel the difference, the doctors know that they have done a better job.
By Nahum Kovalski 
September 5, 2014
1:39 pm
World's smallest GPS chip makes wearables more wearable
If tech-rich wearables are ever going to win widespread acceptance, the components that enable them to communicate with servers and access data will have to be tiny. When the equipment is embedded in a tablet or a smartphone, no one notices -- but...
By David Shamah
September 5, 2014
12:54 pm
Wix founders invest in crowdfunding site give2gether
Coming off a hugely successful IPO last year, the founders of Israel-based website builder tool provider Wix.com are giving back to the community -- in the form of an investment in give2gether, the crowdfunding platform for non-profit organizations. Wix...
By David Shamah
September 5, 2014
4:44 am
If kids repeat words, they learn more, research shows
New Israeli research suggests that having young children repeat important words during reading may greatly improve their ability to remember them, findings that coincide with the start of a new school year. In a small, yet-unpublished study, 5-year-old children remembered...
By Andrew Tobin
September 5, 2014
12:26 am
Jordanian minister downplays Israeli role in large gas deal
Rebuffing suggestions of improved ties with israel, Jordan's Energy and Mineral Resources Minister noted Thursday that an estimated $15 billion gas deal announced Wednesday is not between the Israeli and Jordanian governments, but was rather forged between the Hashemite kingdom's...
By Marissa Newman
September 4, 2014
10:59 pm
West Nile virus detected in northern Israel
Mosquitoes carrying the West Nile virus were found in areas of northern Israel on Thursday, Israel Radio reported. The strain was detected in Kiryat Ata, Kiryat Bialik, Kfar Tavor, and Nahal Hilazon in the Galilee. The Environmental Protection Ministry has advised local authorities on...
By Times of Israel staff 
Read more: The Times of Israel | News from Israel, the Middle East and the Jewish World http://www.timesofisrael.com/#ixzz3CTujkXDO
Follow us: @timesofisrael on Twitter | timesofisrael on Facebook
Ya'alon: Cutting defense budget will haunt Israel
Defense minister says country's security may be seriously compromised if government halts investment in military
By Times of Israel staff     Shin Bet sources: 10 Israeli Arabs joined Islamic State
A playground in the Jerusalem neighborhood of Pisgat Ze'ev (Photo credit: Kobi Gideon/Flash90)
Bullets fired from E. Jerusalem found in home, car
Police investigating Pisgat Ze'ev shooting, believed to have been carried out by gunmen in Shuafat refugee camp
By Times of Israel staff     
Illustrative photo of an ambulance (photo credit: Yaakov Naumi/Flash90)
Toddler dies after being forgotten in car
Two-year-old, who was taken out of vehicle in Yehud without a pulse, suffered severe heat stroke
By Times of Israel staff     
Prime Minister Benjamin Netanyahu boards a plane to Russia on Tuesday, May 14, 2013. (photo credit: Kobi Gideon/GPO/Flash90)
State to drop graft probe against prime minister
Attorney general accepts police recommendation not to pursue case against Netanyahu over suspicions of double billing for travel
By Justin Jalil     
A mosquito (illustrative photo credit: CC-BY 2.0 hofluk, Flickr)
West Nile virus detected in northern Israel
Mosquito carriers found in four Galilee towns of Kiryat Ata, Kiryat Bialik, Kfar Tavor, and Nahal Hilazon
By Times of Israel staff     
School children wave the Israeli flag as they sit in their school playground in front of a dividing barrier put up by the Beit Shemesh municipality, September 02, 2014. Graffiti reads "Separation barrier, a disgrace to Zionism" . (photo credit: Nati Shohat/Flash90)
Beit Shemesh municipality removes wall between secular, Haredi students
Court rules it does not have the jurisdiction to force ultra-Orthodox out of secular school's facilities; Education Ministry mulls further court action
By Marissa Newman     
Daniel Tragerman (photo credit: Courtesy)
Parents of Daniel Tragerman urge Ban to denounce Hamas war crimes
In letter to UN chief, family of 4-year-old killed by mortar shell at Nahal Oz complains Gaza probe won't check into terrorists' use of schools, hospitals
Read more: The Times of Israel | News from Israel, the Middle East and the Jewish World http://www.timesofisrael.com/#ixzz3CTvPUreF
Follow us: @timesofisrael on Twitter | timesofisrael on Facebook
    Bennett said to be preparing Jewish Home to form gov't
Far-reaching changes in party's legislation would diminish the national religious focus to increase votes
By Stuart Winer
If kids repeat words, they learn more, research shows
5-year-olds remember up to twice as many words if they say them aloud, Israeli study finds
By Andrew Tobin
Jerusalem approves plan to build 2,200 homes for Arabs
Mayor Barkat and allies push measure through committee over vociferous opposition from right-wing council members
Read more: The Times of Israel | News from Israel, the Middle East and the Jewish World http://www.timesofisrael.com/#ixzz3CTvDcTG2
Follow us: @timesofisrael on Twitter | timesofisrael on Facebook
"Hillary Clinton: L'Isil è roba nostra, ma ci è sfuggita di mano"
http://popoffquotidiano.it/2014/08/11/hillary-clinton-lisil-e-roba-nostra-ma-ci-e-sfuggito-di-mano/

Paolo Arena · Università degli Studi di Roma "La Sapienza"
Qui l'intervista completa rilasciata da Hillary Clinton al The Atlantic:
http://www.theatlantic.com/international/archive/2014/08/hillary-clinton-failure-to-help-syrian-rebels-led-to-the-rise-of-isis/375832/
==========================
tutta la truffa occidentale NATO, la tregua non è ancor iniziata, ma, le sanzioni contro la Russia sono partite! DOVE SONO LE INCHIESTE SUI CECCHINI DELLA CIA CHE HANNO UCCISO 100 PERSONE A MAIDAN, E CHE HANNO AVVIATO UN GOLPE BILDENBERG IN UCRAINA? TUTTE LE NOSTRE VITE SONO STATE VENDUTE A ROTHSCHILD INSIEME AL NOSTRO SIGNORAGGIO BANCARIO!
Roberto Bagnasco ---  LE TUE INFORMAZIONI SONO DISTORTE! 1. RUSSI E CINESI SONO ALLEATI! 2. IL LORO REGIME è VISIBILE, ma, il nostro regime bildenberg è occulto, ed esoterico, è il sistema massonico: Bildenberg Rothschild, senza sovranità monetaria! Tutta la Ucraina deve essere indipendente ed autonoma, una Nazione cuscinetto tra, NATO e Russia! Democrazia significa il potere è del popolo, e il Popolo del Dombass, ha espresso il suo volere costituzionale nell'urna, ma, Mogherini è andata a sterminarli, con l'esercito, che, questo è proibito dalle convenzioni internazionali! Poiché in Ucrina c'è la guerra civile, poi, è sparita la fiducia reciproca, quindi, la Regione autonoma del Dombass, della confederazione Ucraina, deve avere un suo esercito indipendente e sovrano, perché, i satanisti massoni UE USA NATO CIA, stanno lavorando bene per realizzare la terza guerra mondiale, in cui tutti gli allattati stupidi, dal: NetWork satellite TV, monopolio Illuminati, come te? moriranno! Infatti, il sistema usurocratico di Rothschild, se non realizza 5miliardi di morti poi, i popoli soffocati dalla usura di Stato faranno le rivoluzioni! E POI LO SANNO TUTTI I MONETARISTI COME GIACINTO AURITI, SENZA IMMANI DISTRUZIONI DI UNA GUERRA MONDIALE NON SI ESCE DALLA RECESSIONE ECONOMICA, PERCHé HANNO STAMPATO DENARO FALSO, DERIVATI, BOLLE FINAZIARIE, PER PIù DI 100 VOLTE IL PRODOTTO INTERNO LORDO DEL NOSTRO PIANETA!
https://www.facebook.com/Netanyahu --- tutte le verifiche a due passaggi, [password, + codice telefonico] nella sicurezza di google, per autenticare l'accesso anche con il cellulare, per tutti i miei 40 account google? QUESTE PROCECURE DEL DOPPIO PASSAGGIO, mi sono state tutte disattivate! e questo crimine è qualcosa che, soltanto CIA 322 google DATAGATE, poteva fare!

Israelis worry with Syrian al-Qaeda on doorstep. Last week's seizure of the Quneitra crossing means rebel extremists are just a few meters away. By Daniel Estrin September 6, 2014, This Friday, Jan. 11, 2013 file citizen journalism image provided by Edlib News Network, ENN, which has been authenticated based on its contents and other AP reporting, shows rebels from al-Qaida affiliated Jabhat al-Nusra, also known as the Nusra Front, waving their brigade flag as they step on the top of a Syrian air force helicopter, at Taftanaz air base that was captured by the rebels, in Idlib province, northern Syria. Obama: We will defeat ISIS like we did al-Qaeda
US: 'No plans' for military coordination with Iran over IS
Hundreds attend service for slain journalist Steven Sotloff
UN watchdog: Iran failing to provide answers in nuke probe
Israel preparing for 'very violent' war against Hezbollah, TV report says
IS poses 'immediate' threat to Europe, US says
After Gaza, Arab Israelis fear rising discrimination
For Steve Sotloff: My personal tribute to my friend and collaborator
MEROM GOLAN, Golan Heights (AP) — For the first time in the Syrian civil war, al-Qaeda fighters are hunkered down on Israel's doorstep, and Israelis in the lush, hilly Golan Heights who have long considered Syrian President Bashar Assad their bitter foe are now worried about something more ominous — that they could become the militants' next target. Get The Times of Israel's Daily Edition by email. and never miss our top stories   Free Sign up!
The push into the Golan by the Nusra Front, as al-Qaeda's branch in Syria is known, comes just two weeks after Israel ended a 50-day war against Hamas on its southern border with the Gaza Strip, giving the conflict-weary nation another cause for concern.
Israelis in the Golan — a long-disputed territory that marks the frontier between the two countries — have grown accustomed to hearing the sound of distant battles between rival forces in Syria's civil war. But last week's seizure of the strategic Quneitra border crossing by a mix of rebels — including the Nusra Front, fighters of the Western-backed Free Syrian Army and others — has created an unprecedented situation that has brought the extremists to within just a few meters (yards) of Israeli positions. The Syrian government is "not our cup of tea," said Gabi Kuniel, an Israeli who tends vineyards recently damaged by mortar shells when the violence spilled over to the Israeli-held side of the strategic Golan Heights. But "we prefer that the Syrian army controls this region and not a group of radical al-Qaeda Muslim people," he said Wednesday, sitting behind a concrete structure near his fields to stay out of the line of fire. As he spoke, heavy machine gunfire could be heard in the distance. Earlier, a plume of smoke rose from the Syrian side of the frontier fence. For the past three years, Israelis in the Golan have had a relatively safe front seat view of the civil war as Syrian government forces battled rebels attempting to wrest control of the area. But now the Nusra Front and the other rebels move around in camouflaged trucks and on foot with guns slung over their shoulders, in some cases just 50 meters (yards) away from Israeli military outposts and Israeli farmers' fields. Some Israelis are convinced it's a matter of time before the Islamic radicals set their sights on them. In this file photo taken Friday, Aug. 29, 2014, an armed group of men, not specified which group of rebels, gather at Syria's Quneitra border crossing between Syrian- and Israeli-controlled parts of the Golan Heights. (Photo credit: AP/Ariel Schalit, File) "They'll come at us in the end, I have no doubt," said Yehiel Gadis, 56, peering through a small pair of binoculars at an Israeli lookout point across from Syria's Quneitra crossing. "The entire Arab world is furious with us," said his friend, Yigal Bashan, 57. The two men, who live in central Israel, were on a sightseeing trip in the region and were among some two dozen curiosity seekers who stopped at the lookout. Israel captured the Golan, a plateau overlooking northern Israel, from Syria in the 1967 Mideast war. It later annexed the area, a move that has never been recognized internationally. Since the aftermath of the subsequent 1973 war, UN monitors have helped to enforce a stable truce and the area has been tense but generally quiet. That started to change when the Syrian uprising erupted in March 2011, and the frontier has grown more volatile as the conflict has escalated into a complex and bloody civil war. Israel has largely stayed on the sidelines of the war, quietly content to see Assad's forces tied down by battles with various rebel groups trying to oust him. However, Israel has occasionally responded to mortar fire that spilled over the border, usually unintentionally, and is believed to have carried out several airstrikes on weapons shipments thought to be bound for Hezbollah militants in Lebanon. As the rebels took over the border area last Wednesday, the Israeli army ordered Kuniel's 200 farmhands out of the fields for three days, forcing them to leave behind freshly picked fruit in vats to rot. Then, mortar shells fell near the village of Merom Golan, setting large swaths of Kuniel's vineyards ablaze and imparting a smoky taste to what remained of his plump grapes. Those grapes were destined for some of the Golan Heights Winery's higher-end Chardonnay, Sauvignon Blanc and Pinot Noirs, he said. Now they can be used only for cheaper wines – amounting to about $200,000 worth of damage, he estimated. FILE – In this file photo taken Thursday, Aug. 28, 2014, smoke rises following an explosion in Syria's Quneitra province as Syrian rebels clashed with President Bashar Assad's forces, seen from the Israeli-controlled Golan Heights. (Photo credir: AP/Ariel Schalit, File) Fighting resumed near the border on Thursday, with one Syrian army projectile hitting the northern Golan Heights, apparently by mistake, the Israeli military said. The military said it returned fire at a Syrian army position, hitting it. There were no immediate reports of casualties. Israeli officials believe the Syrian rebels' sights are set — at least for now — on battles within Syria. Nevertheless, the Nusra Front poses an unprecedented threat.
Aviv Oreg, former head of the al-Qaeda desk on the Israeli National Security Council, said the Nusra Front sees Israel as a "legitimate target." He said that while the group is preoccupied with the fighting inside Syria, it is just a matter of time before it tries to strike Israel, since its fighters now "have direct access." The Quneitra crossing was an important victory for the Nusra Front and the other rebels. It was the Syrian army's last stronghold in the Golan Heights and sits at the tip of the main access road to the capital Damascus. The crossing also has symbolic significance, serving as the only portal to Israeli-held territory between enemy countries. While mostly closed, it opens to allow UN peacekeepers, Red Cross workers and Druze university students to cross back and forth. Israeli defense officials estimate that a few thousand Syrian rebels are now positioned along the border in the Golan, with a few hundred in the Quneitra area, including the Nusra fighters. FILE – In this file photo taken Wednesday, Aug. 27, 2014, Israeli soldiers secure an area where a mortar which was fired during clashes between Syrian rebels and President Bashar Assad's forces in the Quneitra province hit in a community in the Israeli-controlled Golan Heights. When the rebels seized the crossing, they captured 45 UN peacekeepers from Fiji and trapped about 80 others from the Philippines. The Filipino troops later fled to safety, while the Fijians remain in rebel captivity. The Philippines has since announced it will be withdrawing its troops from the UN peacekeeping force, known as UNDOF. Stephane Cohen, a former Israeli military liaison with UNDOF, said the peacekeeping force is rapidly collapsing and can no longer serve its purpose of enforcing a truce between Israel and Syria. He said that as more countries pull out of the force, it is unlikely other armies will want to contribute troops. The loss of UNDOF would be a blow to Israel and leave Israelis alone "in front of al-Qaeda," Cohen said. It would also undermine regional stability, he added, since the force has provided an important outlet for Israel and Syria to air their grievances. "In Syria there are no good guys and bad guys," said Uzi Dayan, a former deputy military chief of staff. "There are bad guys, very bad guys and extremely bad guys." Copyright 2014 The Associated Press. Follow us:@timesofisrael
chi a venduto la nostra democrazia a satana Rothschild? ha detto: L'account dominusUniusRei è stato chiuso perché abbiamo ricevuto diversi reclami di terze parti relativi a violazioni del copyright riguardanti materiale postato dall'utente.  ] GOOGLE YOUTUBE  --- MA QUESTO è ASSURDO, ALLORA, IO CHE, IO SONO RICCO DI PETROLIO, COME, sharia Saudi Arabia's King Abdullah, E VOGLIO PROTEGGERE IL MIO DIO BESTIA ALLAH SHARIA: GENOCIDIO A TUTTI, POI, IO MI COMPRO: UN VIDEO: E FACCIO CHIUDERE I CANALI: CHE: DIFENDONO I MARTIRI CRISTIANI INNOCENTI, e che hanno già caricato quel video, quando, non c'erano penalizzazioni? QUESTO è CONTRO IL DIRITTO INTERNAZIONALE, CHE, PREVEDE IL POSSESSO, PER USUCAPIONE, I DIRITTI ACQUISITI, SOTTO UNA PRECEDENTE GIURISPRUDENZA, NON POSSONO ESSERE MESSI IN DISCUSSIONE! I contenuti, che, in passato erano consentiti da un proprietario di contenuti potrebbero essere successivamente rimossi da YouTube. Hai scelto: Falso ] [ Sbagliato. I proprietari possono cambiare idea sulla modalità di visualizzazione dei loro contenuti su YouTube. Per questo motivo, la creazione di contenuti completamente originali è la tutela migliore contro i reclami di violazione del copyright. ] chi, massone Bildenberg, ha stuprato la nostra democrazia fino a questo punto? https://www.youtube.com/user/StopSpaMistafield/discussion
open letter to [ timesofisrael.com ] io sono il progetto politico del re di Israele ma , [ israelnationalnews.com ] lui ha avuto paura del sistema massonico e dei suoi ricatti, quindi, israelnationalnews, lui mi bloccato, ora, sulla sua pagina, io non posso scrivere più! ORA IO NON CREDO, CHE COLUI CHE SEMINA nell sua vita la PAURA, del SISTEMA MASSONICO, poi, nella sua vita, lui non debba raccogliere il terrore! infatti, la DEMOCRAZIA NON è QUALCOSA CHE SI DIFENDE DA SOLA! https://www.youtube.com/user/StopSpaMistafield/discussion
Gli israeliani temono con siriano di al-Qaeda alle porte. Sequestro della scorsa settimana del valico di Quneitra significa estremisti ribelli sono a pochi metri di distanza. Con Daniel Estrin 6 settembre 2014, questo Venerdì 11 Gennaio 2013 file immagine citizen journalism fornito da Edlib News Network, ENN, che è stato autenticato in base al contenuto e altre comunicazioni AP, mostra i ribelli di al-Qaeda affiliato Jabhat al -Nusra, anche conosciuto come il Fronte Nusra, sventolando la loro bandiera brigata come fanno un passo sulla cima di una forza aerea siriana elicottero, a Taftanaz base aerea che è stato catturato dai ribelli, nella provincia di Idlib, Siria settentrionale. Obama: Abbiamo sconfiggerà ISIS come abbiamo fatto al-Qaeda
Stati Uniti: 'Non ci sono piani "per il coordinamento militare con l'Iran over è
Centinaia frequentano servizio per il giornalista ucciso Steven Sotloff
Watchdog Onu: l'Iran non riuscendo a fornire risposte a sonda Nuke
Israele prepara per la guerra 'molto violenta' contro Hezbollah, rapporto TV dice
E 'immediato' minaccia pose in Europa, Stati Uniti, dice
Dopo Gaza, gli israeliani arabi temono crescente discriminazione
Per Steve Sotloff: Il mio personale omaggio al mio amico e collaboratore
Merom Golan, Golan Heights (AP) - Per la prima volta nella guerra civile siriana, combattenti di al-Qaeda sono accovacciato sulla soglia di casa di Israele, e gli israeliani nel lussureggiante, colline Alture del Golan che hanno a lungo considerato il presidente siriano Bashar Assad il loro acerrimo nemico sono ora preoccupati per qualcosa di più inquietante - che potrebbero diventare il prossimo bersaglio dei militanti. Ottenere I tempi di Israele Daily Edition via e-mail. e non perdere mai la nostra top stories Iscriviti ora!
La spinta nel Golan dal Fronte Nusra, come ramo di al-Qaeda in Siria è noto, arriva appena due settimane dopo che Israele si è conclusa una guerra di 50 giorni contro Hamas sul suo confine meridionale con la Striscia di Gaza, dando la nazione conflitto stanco altro motivo di preoccupazione.
Israeliani nel Golan - un territorio a lungo conteso che segna la frontiera tra i due paesi - abituati a sentire il suono di battaglie lontane tra forze rivali nella guerra civile in Siria. Ma il sequestro della scorsa settimana del Quneitra valico di frontiera strategica da un mix di ribelli - tra cui il Fronte Nusra, i combattenti del Western-sostenuti Esercito Siriano Libero e altri - ha creato una situazione senza precedenti che ha portato gli estremisti entro pochi metri ( metri) delle posizioni israeliane. Il governo siriano è "non la nostra tazza di tè", ha detto Gabi Kuniel, un israeliano che tende vigneti recentemente danneggiate da colpi di mortaio quando la violenza è estesa alla parte israeliana-tenuto delle strategiche alture del Golan. Ma "noi preferiamo che l'esercito siriano controlla questa regione e non un gruppo di radicali di al-Qaeda musulmani", ha detto Mercoledì, seduto dietro una struttura in cemento vicino ai suoi campi di stare fuori dalla linea di fuoco. Mentre parlava, fuoco pesante macchina potrebbe essere sentito in lontananza. In precedenza, un pennacchio di fumo si alzò dalla parte siriana della recinzione di frontiera. Per gli ultimi tre anni, gli israeliani nel Golan hanno avuto una visione sedile anteriore relativamente sicura della guerra civile, come le forze governative siriane hanno combattuto i ribelli che tentano di strappare il controllo del territorio. Ma ora il Fronte Nusra e gli altri ribelli si muovono in camion mimetizzati e piedi con fucili a tracolla, in alcuni casi, a soli 50 metri (metri) di distanza da avamposti militari israeliani e campi degli agricoltori israeliani. Alcuni israeliani sono convinti che sia una questione di tempo prima che i radicali islamici messo gli occhi su di loro. In questo file foto scattata Venerdì 29 agosto 2014, un gruppo armato di uomini, non specificato quale gruppo di ribelli, si riuniscono al Quneitra valico di frontiera tra Siria siro e le parti controllate da Israele delle alture del Golan. (Photo credit: AP / Ariel Shalit, File) "Verranno contro di noi, alla fine, non ho alcun dubbio", ha detto Yehiel Gadis, 56, scrutando attraverso un piccolo binocolo in un punto panoramico israeliano di fronte Quneitra di Siria attraversamento. "L'intero mondo arabo è furioso con noi", ha detto il suo amico, Yigal Basan, 57. I due uomini, che vivono nel centro di Israele, erano in un giro turistico nella regione e sono stati tra circa due dozzine di persone in cerca di curiosità che si sono fermati al belvedere. Israele conquistò il Golan, un altopiano che domina nord di Israele, dalla Siria nella guerra del 1967 in Medio Oriente. In seguito annessa l'area, una mossa che non è mai stato riconosciuto a livello internazionale. Dal momento che le conseguenze della successiva guerra del 1973, osservatori delle Nazioni Unite hanno contribuito a far rispettare una tregua stabile e la zona è stata tesa, ma generalmente tranquillo. Che ha iniziato a cambiare quando la rivolta siriana è scoppiata nel marzo 2011, e la frontiera è cresciuta più volatili come il conflitto si è intensificato in una guerra civile complessa e sanguinosa. Israele ha in gran parte rimasto ai margini della guerra, silenziosamente contento di vedere le forze di Assad legate dalla battaglie con i vari gruppi ribelli che cercano di cacciarlo. Tuttavia, Israele ha talvolta risposto a colpi di mortaio che ha sparso oltre il confine, di solito involontariamente, e si crede di aver effettuato diversi raid aerei sulle spedizioni di armi pensato di essere vincolato per i militanti di Hezbollah in Libano. Mentre i ribelli hanno preso sopra la zona di confine Mercoledì scorso, l'esercito israeliano ha ordinato 200 braccianti di Kuniel fuori dai campi per tre giorni, costringendoli a lasciare dietro di frutta appena raccolta in vasche a marcire. Poi, colpi di mortaio è caduto vicino al villaggio di Merom Golan, impostando vaste aree di vigneti di Kuniel fiamme e impartendo un gusto affumicato a ciò che restava delle sue uve paffute. Queste uve sono state destinate per alcuni di alture del Golan Cantina di fascia alta Chardonnay, Sauvignon Blanc e Pinot Nero, ha detto. Ora possono essere utilizzati solo per i vini meno costosi - pari a circa 200.000 dollari di danni, ha stimato. FILE - In questo file foto scattata Giovedi, Aug. 28 2014, il fumo sale in seguito ad un'esplosione nella provincia di Quneitra della Siria come ribelli siriani si sono scontrati con le forze del presidente Bashar Assad, visto dalle controllate da Israele Alture del Golan. (Photo Credito visibile: AP / Ariel Shalit, File) Lotta ripreso vicino al confine con il Giovedi, con un solo proiettile esercito siriano colpendo il nord Golan Heights, a quanto pare per errore, ha detto che l'esercito israeliano. L'esercito ha detto che ha restituito il fuoco in una postazione dell'esercito siriano, colpendolo. Non ci sono al momento notizie di vittime. Funzionari israeliani ritengono luoghi dei ribelli siriani sono impostati - almeno per ora - a battaglie all'interno della Siria. Tuttavia, il Fronte Nusra pone una minaccia senza precedenti.
Aviv Oreg, ex capo del desk di al-Qaeda nel Consiglio di Sicurezza Nazionale di Israele, ha detto che il Fronte Nusra vede Israele come un "obiettivo legittimo." Ha detto che mentre il gruppo si preoccupa di combattimenti all'interno della Siria, è solo una questione di tempo prima che si tenta di colpire Israele, dal momento che i suoi combattenti ora "hanno accesso diretto." La traversata Quneitra stata una vittoria importante per il Fronte Nusra e gli altri ribelli. E 'stata l'ultima roccaforte dell'esercito siriano sulle alture del Golan e si siede sulla punta della strada di accesso principale alla capitale Damasco. La traversata ha anche un significato simbolico, che serve come l'unico portale per il territorio israeliano-tiene tra paesi nemici. Mentre per lo più chiusa, si apre per consentire forze di pace delle Nazioni Unite, operatori della Croce Rossa e drusi studenti universitari di attraversare avanti e indietro. Funzionari della difesa israeliani stimano che qualche migliaio di ribelli siriani sono ora posizionati lungo il confine del Golan, con poche centinaia nella zona di Quneitra, compresi i combattenti Nusra. FILE - In questo file foto scattata Mercoledì 27 Agosto 2014, i soldati israeliani garantire una zona dove un mortaio che è stato sparato durante gli scontri tra ribelli siriani e le forze del presidente Bashar Assad in provincia colpo Quneitra in una comunità nel Golan controllato da Israele Heights. Quando i ribelli hanno sequestrato la traversata, hanno catturato 45 caschi blu dalle Fiji e intrappolati a circa 80 altri dalle Filippine. Le truppe filippine poi fuggirono per la sicurezza, mentre i figiani restano in ribelle prigionia. Dal Le Filippine ha annunciato che ritirerà le sue truppe dalla forza di pace delle Nazioni Unite, noto come UNDOF. Stephane Cohen, un ex militare israeliano collegamento con UNDOF, ha detto che la forza di pace sta rapidamente crollando e non può più servire il suo scopo di far rispettare una tregua tra Israele e Siria. Ha detto che, come più paesi tirare fuori la forza, è improbabile che altri eserciti vorranno contribuire truppe. La perdita di UNDOF sarebbe un duro colpo per Israele e gli israeliani lasciare solo "di fronte al-Qaeda", ha detto Cohen. Sarebbe anche compromettere la stabilità regionale, ha aggiunto, dal momento che la forza ha fornito uno sbocco importante per Israele e Siria per aria le loro rimostranze. "In Siria non ci sono buoni e cattivi", ha detto Uzi Dayan, un ex capo militare deputato del personale. "Ci sono cattivi, molto cattivi e molto cattivi." Copyright 2014 The Associated Press. Seguici su:timesofisrael
=====================
a timesofisrael.com -- [ in tutta la lega araba sharia, sono tutti membri di stati islamici ISIS Sharia, Al-Qaeda sharia: PERCHé ISLAMICI DEVONO DIRE: "NOI SIAMO PIù IPOCRITI E FURBI DI VOI?" TU SPARA PER PRIMO! ] -- U.S. Has 'No Plans' for Joint Military Action With Iran. State Department clarifies that U.S. has no plans for any military coordination with Iran in the fight against Islamic State. By Ben Ariel, Canada. First Publish: 9/6/2014, Member of Islamic state. The United States said Friday it has "no plans" for any military coordination with Iran in the fight against Islamic State fighters operating in Iraq and Syria, AFP reported. "We are not going to coordinate military action or share intelligence with Iran and have no plans to do so," State Department deputy spokeswoman Marie Harf said, reacting to reports that Tehran had approved such an arrangement. Harf said that Washington was "open to engaging" with Iran as it had in the past on select issues, notably on Afghanistan in late 2001, when the two sides worked to put Hamid Karzai into power after the fall of the Taliban. "But we will not be coordinating our action together," she declared, according to AFP. The BBC earlier reported, citing unnamed sources in Tehran, that Iran's supreme leader Ayatollah Ali Khamenei had approved cooperation with the U.S. in the fight against Islamic State. Iran's foreign ministry said the report was not correct. According to the sources, Khamenei gave the orders to General Qassem Soleimani, commander of the elite Quds force that is a special operations unit of the Revolutionary Guards for international missions. While Khamenei has previously opposed U.S. action in Iraq, U.S. airstrikes have been proving effective in the country; recent airstrikes either took out 18 IS leaders in Iraq, including an American jihadist leader. As far back as in June when the IS threat was first becoming fully recognized, Prime Minister Binyamin Netanyahu warned America not to join forces with Iran against IS in Iraq, saying that "both of these camps are enemies of the United States, and when your enemies are fighting each other, don't strengthen either one – weaken both."
 1
Abbas rejects Egyptian offer to settle refugees in Sinai
By Elhanan Miller  171
2
How did a few thousand fighters on pickup trucks manage to frighten the world?
By Avi Issacharoff  48
3
Pro-Islamic State gathering on Temple Mount filmed by Israeli TV
By Times of Israel staff  55
4
Steven Sotloff, killed by Islamic State, had deep roots in Israel
By Debra Kamin  150
5
Israel signs $15 billion gas deal with Jordan
Read more: Israelis worry with Syrian al-Qaeda on doorstep | The Times of Israel http://www.timesofisrael.com/israelis-worry-with-syrian-al-qaeda-on-doorstep/#ixzz3CVzdUuVm
Follow us: @timesofisrael on Twitter | timesofisrael on Facebook
Abbas rejects Egyptian offer to settle refugees in Sinai. PA leader tells Fatah gathering it is 'illogical' for Palestinian refugee problem to be solved at Egypt's expense. By Elhanan Miller September 3, 2014, 8:24
Gazans protesting PA President Mahmoud Abbas's comments on Palestinians' right of return to Israel. Elhanan Miller Elhanan Miller is the Arab affairs reporter for The Times of Israel. In his reporting, Steven Sotloff favored 'vox pop' style. Pro-Islamic State gathering on Temple Mount filmed by Israeli TV
Obscuring heritage, Sotloff quietly observed Jewish customs
Israel declares IS an 'illegal organization'
Prime minister orders removal of Temple Mount bridge
Israel's land seizure: political favor or West Bank game-changer?
Fatah said threatening to obstruct Rafah opening
Steven Sotloff, killed by Islamic State, had deep roots in Israel
Sotloff beheading video authentic, says White House
Obama: US is not intimidated by beheading videos
We underestimated Hamas tenacity, top IDF source admits
Israeli group to sue Hamas's Mashaal in Hague
Israel signs $15 billion gas deal with Jordan
Abbas rips 'liar' Mashaal in leaked Qatari minutes
US calls on Israel to reverse land appropriation plan
Palestinian Authority President Mahmoud Abbas has rejected an Egyptian proposal to resettle Palestinian refugees in a large tract of land in the Sinai Peninsula to be annexed to the Gaza Strip. and never miss our top stories   Free Sign up! Speaking to a gathering of his Fatah party in Ramallah Sunday, Abbas said that an unnamed senior Egyptian official recently approached him and suggested settling Palestinians in an area 1,600 square kilometers (618 square miles) large adjacent to Gaza, reviving an idea originally proposed by former Israeli national security adviser Giora Eiland. "They [the Egyptians] are prepared to receive all the refugees, [saying] 'let's end the refugee story'," Abbas was quoted by Ma'an news agency as saying. The Palestinian leader noted that the idea was first proposed to the Egyptian government in 1956, but was furiously rejected by Palestinian leaders such as PLO militant Muhammad Youssef Al-Najjar and poet Muin Bseiso who "understood the danger of this." "Now this is being proposed once again. A senior leader in Egypt said: 'a refuge must be found for the Palestinians and we have all this open land.' This was said to me personally. But it's illogical for the problem to be solved at Egypt's expense. We won't have it," Abbas said. Palestinian Authority President Mahmoud Abbas addresses journalists as he meets with members of the Palestine Liberation Organization (PLO) on July 22, 2014 in the West Bank city of Ramallah (photo credit: Issam Rimawi/Flash90)
Abbas told the crowd that if Israel had its way, Gaza would become the Palestinian state while the West Bank would remain just an autonomy. This was not the first time Abbas rejected an offer to solve the plight of Palestinian refugees living outside the West Bank. In January 2013, the Palestinian leader told an Egyptian newspaper that he had requested the Israeli government to allow refugees in Syria to enter the West Bank and Gaza. According to Abbas, Prime Minister Benjamin Netanyahu demanded that the refugees waive their "right of return" to Israel proper as a condition for crossing the border, a condition Abbas rejected out of hand.
Abbas confirmed the report to the Times of Israel in a meeting with Israeli journalists at his presidential compound in April.
Read more: Abbas rejects Egyptian offer to settle refugees in Sinai | The Times of Israel http://www.timesofisrael.com/abbas-rejects-egyptian-offer-to-settle-refugees-in-sinai/#ixzz3CVzyBhWe
Follow us:@timesofisrael on Twitter | timesofisrael on Facebook
ma, islamici SHARIA, non hanno nessun rispetto per la vita delle persone, ecco perché, Islam SHARIA, non è una religione, ma, è una ideologia SHARIA, per la conquista del mondo CALIFFATO SHARIA! A islamici SHARIA, servono le vittime civil palestinesi, più di ogni altra cosa. perché sanno, che, l'Occidente drogato di relativismo e ignoranza storica, si impressiona per la morte dei civili! In realtà, tutta la LEGA ARABA SHARIA, è una genocidio industriale SHARIA, di tutti i popoli, e di tutti coloro, che, vivevano prima: nella terra che loro hanno rubato, questa piovra nazista sharia, deve essere uccisa, subito! infatti, TUTTO IL GENERE UMANO è IN GRANDE PERICOLO!  ma gli USA 322 Kerry LaVey culto Bush sono proprio loro dietro questa galassia jihadista, per distruggere la civiltà ebraico cristiana, perché loro sono il culto di satana] Abbas rifiuta l'offerta egiziana di stabilirsi profughi nel Sinai. Leader di PA dice Fatah raggruppando È 'illogico' per il problema dei profughi palestinesi da risolvere a spese dell'Egitto. Con Elhanan Miller 3 settembre 2014, 08:24. Gli abitanti di Gaza protestano i commenti di PA presidente Mahmoud Abbas diritto al ritorno in Israele dei palestinesi. Elhanan Miller Elhanan Miller è il giornalista affari arabi per i tempi di Israele. Nel suo report, Steven Sotloff favorito stile 'vox pop'. Raduno di Stato Pro-islamico Monte del Tempio girato dalla televisione israeliana. Oscurando patrimonio, Sotloff tranquillamente osservato costumi ebraici. Israele dichiara è un 'organizzazione illegale'. Prime ordini ministro rimozione del Monte del Tempio ponte. Terra sequestro di Israele: favore politico o West Bank game-changer?
Fatah ha detto minacciando di ostacolare l'apertura di Rafah. Steven Sotloff, ucciso da Stato islamico, aveva radici profonde in Israele. Sotloff il video decapitazione autentico, dice Casa Bianca. Obama: Usa non si fa intimidire da video decapitazione. Abbiamo sottovalutato la tenacia di Hamas, top fonte IDF ammette. Gruppo israeliano di citare in giudizio Mashaal di Hamas a Hague. Israele firma 15 miliardi dollari accordo sul gas con la Giordania. Abbas strappa 'bugiardo' Mashaal in minuti del Qatar trapelate. Usa invita Israele a invertire piano appropriazione terra
Il presidente dell'Autorità Palestinese Mahmoud Abbas ha rifiutato una proposta egiziana per il reinsediamento dei rifugiati palestinesi in un ampio tratto di terra nella penisola del Sinai, da allegare alla Striscia di Gaza. e non perdere mai la nostra top stories Iscriviti ora! Parlando ad una riunione del suo partito Fatah a Ramallah Domenica, Abbas ha detto che un anonimo alto funzionario egiziano di recente gli si avvicinò e suggerì di stabilirsi palestinesi in un'area di 1.600 chilometri quadrati (618 miglia quadrate) di grandi dimensioni adiacente a Gaza, rilanciare un'idea originariamente proposta da ex israeliano consigliere per la sicurezza nazionale Giora Eiland. "Loro [gli Egiziani] sono pronti a ricevere tutti i profughi, [dicendo:] 'finiamo la storia rifugiato'," Abbas è stato citato dalla agenzia di stampa Ma'an come dicendo. Il leader palestinese ha osservato che l'idea è stata proposta per la prima al governo egiziano nel 1956, ma è stato furiosamente respinta dai leader palestinesi come OLP militante Muhammad Youssef Al-Najjar e poeta Muin Bseiso che "ha capito il pericolo di questo." "Ora, questo è viene proposto ancora una volta. Un leader senior in Egitto ha detto: 'un rifugio deve essere trovato per i palestinesi e abbiamo tutta questa terra aperta.' Questo è stato detto di me personalmente. Ma è illogico per il problema da risolvere a spese dell'Egitto. Non avremo esso ", ha detto Abbas. Il presidente dell'Autorità Palestinese Mahmoud Abbas si rivolge ai giornalisti mentre si incontra con i membri dell'Organizzazione per la Liberazione della Palestina (OLP) a 22 Luglio 2014 nella città di Ramallah. Abbas ha detto alla folla che se Israele avesse la sua strada, Gaza sarebbe diventato lo Stato palestinese, mentre la Cisgiordania sarebbe rimasta solo una autonomia. Questa non era la prima volta che Abbas ha rifiutato un'offerta per risolvere la difficile situazione dei rifugiati palestinesi che vivono al di fuori della Cisgiordania. Nel gennaio 2013, il leader palestinese ha detto a un giornale egiziano che aveva chiesto al governo israeliano di permettere ai rifugiati in Siria di entrare in Cisgiordania e Gaza. Secondo Abbas, il primo ministro Benjamin Netanyahu ha chiesto che i profughi rinunciano il loro "diritto al ritorno" in Israele corretta come condizione per l'attraversamento della frontiera, una condizione Abbas ha respinto di mano. Abbas ha confermato la relazione ai tempi di Israele, in un incontro con i giornalisti israeliani al suo compound presidenziale nel mese di aprile.
Per saperne di più: Abbas rifiuta l'offerta egiziana di stabilirsi profughi nel Sinai | The Times of Israel http://www.timesofisrael.com/abbas-rejects-egyptian.../...
Abbas rejects Egyptian offer to settle refugees in Sinai
www.timesofisrael.com
PA leader tells Fatah gathering it is 'illogical' for Palestinian refugee problem to be solved at Egypt's expense
=============================
Ucraina: Cremlino plaude cessate fuoco. Obama, in Ucraina tregua vera o sanzioni. [[ Quale è la relazione brutale e incorente tra queste due notizie? ]  Ue: ok nuove sanzioni Mosca
=============
Terrorismo: Somalia teme attentati, Dopo morte leader Shabaab ] tutti i musulmani che vivono in Europa devono dichiarare che, la sharia è crimine internazionale, contro i diritti umani, oppure devono essere deportati in Libia come terroristi! NON POSSIAMO ALLEVARE IN EUROPA I NAZISTI!
    To destroy Islamic State, US must tackle Syria. Washington's indecision on the civil war will make it difficult to vanquish the group, which has a strong foothold in the nation. Read more: To destroy Islamic State, US must tackle Syria | The Times of Israel http://www.timesofisrael.com/to-destroy-islamic-state-us-must-tackle-syria/#ixzz3CWZe72rv Follow us: @timesofisrael on Twitter | timesofisrael on Facebook
 BEIRUT (AP) — The US and its allies are trying to hammer out a coalition to push back the Islamic State group in Iraq. But any serious attempt to destroy the militants or even seriously degrade their capabilities means targeting their infrastructure in Syria.
Get The Times of Israel's Daily Edition by email. and never miss our top stories   Free Sign up! That, however, is far more complicated. If it launches airstrikes against the group in Syria, the US runs the risk of unintentionally strengthening the hand of President Bashar Assad, whose removal the West has actively sought the past three years. Uprooting the Islamic State group, which has seized roughly a third of Syria and Iraq, may potentially open the way for the Syrian army to fill the vacuum.
The alternative would be to finally get serious about arming the mainstream Western-backed rebels fighting to topple Assad. But there is a reason the administration of President Barack Obama has been deeply reluctant to throw its weight behind them.
The relatively moderate rebel factions fighting in Syria are in tatters. There are no secular groups, and the strongest factions are Islamic groups, many of which work with al-Qaeda's official branch in Syria, the Nusra Front. The Nusra Front, which has somewhat dropped from international headlines because of the Islamic State group's exceeding brutality, is on the US list of terrorist groups and is still very active.
It and other rebels recently seized the Quneitra border crossing between Syria and Israel's Golan Heights, taking 45 United Nations peacekeepers hostage. It was also among a group of militants that recently overran a Lebanese border town and is holding several Lebanese soldiers and policemen captive. While the US and its allies are now arming Kurdish peshmerga fighters in Iraq against the Islamic State group, Syrian rebels complain they are largely on their own, battling both the militants and the tyranny of Assad. The Syrian opposition and many Syria observers are convinced that the rapid rise of the Islamic State group is a result of the US having let the Syrian conflict fester for so long. Obama kicked up a storm of criticism late last month when he said "we don't have a strategy yet" for dealing with the Islamic State group in Syria. "It is very important from my perspective that when we send our pilots in to do a job, that we know that this is a mission that's going to work, that we're very clear on what our objectives are, what our targets are," Obama said. His statement epitomizes the caution that many say has been at the heart of US foreign policy on Syria for the past three years. For better or for worse, Obama has avoided wading into the Syria mud, resisting pressure to directly arm the rebels in part because of fears the weapons would only end up in extremists' hands.
Last year, the US threatened to bomb Assad's forces following a deadly chemical weapons attack blamed on his government. It backed away at the last minute. Though he had to give up his chemical weapons stockpile, an emboldened Assad made significant advances against outgunned rebels in key areas, particularly around the capital, Damascus. Members of the Obama administration have said they recognize the need to address the Syrian side of the equation. While meeting with NATO foreign and defense ministers on possible action in Iraq, US Secretary of State John Kerry said there are obviously "implications about Syria in this." A senior Obama administration official said Thursday that the US wanted to establish a credible ground force in Syria by training more moderate rebels before taking military action there. The US signaled back in June that it hopes to enlist moderate Syrian opposition fighters in the battle against militant extremists. Obama sent Congress a $500 million request for a Pentagon-run program that would significantly expand previous covert efforts to support rebels. The request is still pending. Still, such a program faces the same questions hanging over US policy the past three years — how to distinguish "moderate" rebels from others in an increasingly radical landscape and how to ensure weapons only reach those groups.
Airstrikes alone would likely do little to truly defeat the Islamic State if there is no force on the ground to seize territory as the radicals retreat. Western leaders have categorically rejected the notion of partnering up with Assad, whom they accuse of committing war crimes on his own people. So that means greater coordination with rebel factions. "Unless such groups are able to capitalize on any airstrikes against the Islamic State in Syria, the Syrian armed forces may be able to fill the vacuum," said Torbjorn Soltvedt, a senior analyst at the British risk analysis firm Maplecroft.
Copyright 2014 The Associated Press.
===========
Isis, Obama: grave minaccia da distruggere subito, Il presidente Usa: Nato pronta ad intervenire ] MI SEBRA GIUSTO INTERVENIRE PER UCCIDERE QUELLO CHE SI è CREATO! ] L'MPORTANTE IN TUTTA QUESTA MACELLAZIONE è CHE SCIITI E CRISTIANI E OGNI MINORANZA, DEBBANO SPARIRE! VERAMENTE, GLI USA SONO IL DEMONIO!
https://www.youtube.com/user/StopSpaMistafield/discussion
no! questo lavoro sporco, contro ISIS sharia, lo deve fare la LEGA ARABA sharia: da sola! ] diversamente, ogni musulmano diventerà un terrorista! ] [ 5 settembre 2014, ] [ Appello degli Stati Uniti per una coalizione internazionale contro ISIS ] Il segretario di Stato USA John Kerry ha invitato la NATO a costruire una coalizione internazionale contro il gruppo fondamentalista Stato Islamico, che ha conquistato una vasta area di territori nel nord dell'Iraq e in Siria.
Lo ha affermato durante il vertice dell'Alleanza Atlantica in Galles.
=======================
CERTO, NON SONO I SEPARATISTI A VOLERE CONDURRE LA GUERRA! ma, da che parte stanno GLI AGGRESSORI: i fascisti aggressori, TRUPPE PRIVATE, MERCENARI? lo sanno tutti! QUESTA GUERRA CIVILE, CHE CECCHINI CIA HANNO UCCISO 100 PERSONE A MAIDAN, PER FARE IL GOLPE, ECC.. NON SAREBBE MAI DOVUTA INCOMINCIARE, E LA COLPA è TUTTA DEI MASSONI EUROPEI E DELLA VOLONTà DI ROTHSCHILD DI OTTENERE LA GUERRA MONDIALE E POTER USCIRE DALL'ATTUALE CICLO DEPRESSIVO MONETARIO! ] Prime accuse reciproche sulla violazione del cessate il fuoco nell'est ucraino. Prima Vladimir Macovich, presidente del consiglio supremo dell'autoproclamata repubblica di Donetsk, ha denunciato che ieri sera ci sono stati parecchi lanci di razzi alla periferia di Donetsk.
Terrorismo: Sisi, siamo in guerra. Presidente egiziano parla alla nazione. 06 settembre 2014, Abdel Fattah Sisi, IL CAIRO, 6 SET - "La lotta al terrorismo è una guerra, il nemico vuole distruggere lo Stato, che è capace di resistere ma ha bisogno dell'appoggio popolare". Così il presidente egiziano Abdel Fattah Sisi in un discorso alla nazione. Parlando della situazione economica Sisi ha detto che il Paese è di fronte a "grandi sfide" a causa degli errori passati e affermando che solo per risolvere il problema dell'elettricità - dopo il mega blackout di due giorni fa al Cairo - servono "12 miliardi di dollari".
=============
Il presidente dell'Ucraina Petro Poroshenko ha espresso la speranza che il Paese conservi la sua integrità territoriale, sovranità e indipendenza, ha riferito oggi il capo di Stato su Facebook.
Ieri a Minsk si è svolto il secondo incontro del gruppo di contatto per risolvere la crisi in Ucraina. Le autorità di Kiev e le Repubbliche separatiste autoproclamate hanno concordato una tregua. Come dichiarato dal leader della Repubblica Popolare di Lugansk Igor Plotnitsky, il futuro status del Donbass non è stato discusso nell'incontro a Minsk di venerdì.
http://italian.ruvr.ru/2014_09_06/Poroshenko-spera-nel-mantenimento-dellintegrita-territoriale-dellUcraina-6078/
In Russia è stata vietata l'importazione dei dolciumi ucraini.
Durante i test sui campioni dei prodotti delle aziende Konti e AVK, Rospotrebnadzor (Servizio federale per la difesa dei diritti dei consumatori e la tutela della salute) sono emerse incongruenze e mancanza di informazioni sull'etichetta dei prodotti.
In precedenza Sergej Dankvert, presidente di Rosselkhoznadzor (Servizio federale per il controllo veterinario e la sorveglianza fitosanitaria), aveva proposto di vietare l'importazione dall'Ucraina di dolciumi preparati o con latte in polvere, condensato o panna.
http://italian.ruvr.ru/news/2014_09_06/La-Russia-chiude-il-mercato-dolciario-allUcraina-2872/
Mosca: servono pressioni sull'Ucraina per far luce sulla strage di Odessa. Foto d'archivio: Casa dei Sindacati, Odessa.
La comunità mondiale deve agire sulle strutture governative e gli organi di giustizia dell'Ucraina per indagare i tragici eventi di Odessa. Lo ha dichiarato Konstantin Dolgov, commissario del ministero degli Esteri russo per i diritti umani.
In precedenza era stato riferito che la commissione di inchiesta del Consiglio regionale di Odessa per il monitoraggio dello stato di avanzamento delle indagini sulle violenze scoppiate in città aveva deciso di sciogliersi.
Decine di oppositori al movimento di Maidan erano rimasti uccisi il 2 maggio scorso a seguito di un incendio nella Casa dei Sindacati, dove si erano rifugiati per nascondersi dai militanti dei movimenti ultranazionalisti ucraini. Organizzazioni antifasciste e non governative in Europa avevano annunciato lo scorso 2 settembre una manifestazione paneuropea in memoria delle vittime di Odessa. http://italian.ruvr.ru/news/2014_09_06/Mosca-servono-pressioni-sullUcraina-per-far-luce-sulla-strage-di-Odessa-4770/
==================
https://www.facebook.com/mr.rancati Mauro Rancati  chi ha disperato bisogno della tua morte? è Rothschild perché i cadaveri non vanno in banca a controllare, se i loro soldi esistono ancora.. non abboccare alla menzogne massoniche bildenberg il regime degli usurai che ci hanno rubato la sovranità monetaria! Non c'è un interesse nella Russia di annettere, parte della Ucraina.. qui, è la NATO, che, ha già fatto una annessione, ed un genocidio di un popolo russofono.. ma, qui cosa significa, che, la sovranità appartiene al popolo lo hanno dimenticato tutti, da troppo tempo.. smetti di fare affermazioni calunniose, senza dimostrare un ragionamento!
Presentato ufficialmente all'ONU il piano di pace di Putin per l'Ucraina.
Il piano di pace proposto dal presidente della Russia per risolvere il conflitto in Ucraina è stato distribuito dalla delegazione russa come documento ufficiale alle Nazioni Unite, ha dichiarato il vice ministro degli Esteri russo Gennady Gatilov.
"Il piano per risolvere la crisi ucraina, presentato dal presidente Vladimir Putin e composto da 7 punti, lo abbiamo distribuito come documento ufficiale alle Nazioni Unite. E' una nuova nostra iniziativa all'ONU volta a alla de-escalation del conflitto," - ha dichiarato Gatilov.
http://italian.ruvr.ru/news/2014_09_06/Presentato-ufficialmente-allONU-il-piano-di-pace-di-Putin-per-lUcraina-5723/
L'Unione Europea e gli Stati Uniti temono le misure che la Russia potrebbe adottare in risposta alle nuove sanzioni di Washington e Bruxelles, in quanto nessuno in Occidente può prevedere quale sia la risposta della Russia, scrive la rivista The Foreign Policy.
La principale "arma economica" della Russia può diventare quella energetica, soprattutto durante la stagione fredda. Tuttavia la UE non teme tanto il taglio alle proprie forniture di gas da parte della Russia, quanto le possibili azioni dell'Ucraina, che prima o poi inizierà a sentire la mancanza di gas e inizierà a prelevare il gas russo destinato ai clienti europei, scrive The Foreign Policy. Secondo la rivista, la revoca totale o parziale delle forniture di petrolio e gas russo non è l'unico modo per danneggiare l'economia europea.
http://italian.ruvr.ru/news/2014_09_06/LOccidente-teme-le-nuove-sanzioni-di-risposta-della-Russia-6901/
Petro Poroshenko dubbioso sulla tenuta della tregua in Ucraina orientale [ESPRIME PAROLE SCHIZOFRENICHE, IN ASSOLUTA CONTRADDIZIONE CON TUTTO QUELLO CHE: LUI CIA USA UE NATO: HANNO FATTO ] Il presidente dell'Ucraina Petro Poroshenko dubita che il cessate il fuoco nella parte orientale del Paese duri per molto tempo. Il presidente ucraino lo ha affermato in un'intervista nel programma della BBC "HardTalk". "Tuttavia sono convinto che l'Ucraina come Stato e io in qualità di presidente faremo tutto il possibile per garantire che nel nostro Paese ci sia la pace," - ha dichiarato Poroshenko.
http://italian.ruvr.ru/news/2014_09_06/Poroshenko-dubbioso-sulla-tenuta-della-tregua-in-Ucraina-orientale-5048/
SOLTANTO METTENDO A FERRO E FUOCO LA ARABIA SAUDITA, QUATAR E TURCHIA, QUESTO SHARIA NAZISMO FINIRà NEL MONDO! SE L'ISLAM  NON PUò ESSERE DISSOCIATO DALLA SHARIA, POI, L'ISLAM DEVE ESSERE ABOLITO E CONDANNATO, PERCHé, IN REALTà è PEGGIO DEL NAZISMO! ] Libia: uccisi 200 jihadisti a Bengasi. In ultime 48 ore. Forze fedeli ad Haftar pronte per offensiva.
Jordan 'forms task force' against Islamic State. King Abdullah II reportedly taps Prime Minister Abdullah Ensour to head committee to deal with threat
By Times of Israel staff September 6, 2014, Read more: Jordan 'forms task force' against Islamic State | The Times of Israel http://www.timesofisrael.com/jordan-forms-task-force-against-islamic-state/#ixzz3CX6oO6oD ]
 Jordan's King Abdullah II addresses the 68th session of the United Nations General Assembly, Tuesday, Sept. 24, 2013 at U.N. headquarters.
Follow us:@timesofisrael on Twitter | timesofisrael on Facebook
 Jordan is forming a special task force to deal with possible threats from the Islamic State jihadist organization within the country, according to a senior government official. and never miss our top stories   Free Sign up! King Abdullah II has tapped Jordanian Prime Minister Abdullah Ensour to head the committee, the official told Arabic daily Al-Hayat Saturday. IS has captured vast territories in neighboring Iraq and Syria, and some believe the Hashemite Kingdom may be its next target.
The news came on the heels of a report by newspaper a-Sharq al-Awsat Thursday that Jordanian security forces had arrested 71 radical activists belonging to Islamist organizations, including IS and Syria's al-Nusra Front faction, throughout the kingdom.
Abdullah II attended a NATO summit of Western leaders Thursday and Friday which was heavily focused on the threat of the Islamic State. At the summit, the US and key allies agreed that the Islamic State group was a significant threat to NATO countries and that they would take on the militants by squeezing their financial resources and going after them with military might.
However, a group of Jordanian deputies demanded Wednesday that the kingdom stay out of any war against Islamic State jihadists. Twenty-one MPs, who represent various factions in the 150-seat parliament, sent a memorandum to speaker Atef al-Tarawneh demanding "the government not involve Jordan (in the fight) against the Islamic State." "This war is not our war. Accordingly, we reject categorically any Jordanian contribution in a battle that is not ours," they said in the document seen by AFP. "We do not want to be dragged into an international coalition," said Khalil Attia, one of the deputies who signed the memorandum. Despite its relative stability, Jordan has faced growing tensions on the homefront with a million Syrian refugees currently residing within its borders and, experts say, a growing movement of jihadists and ultraconservative Salafis. Hundreds of Jordanians are known to have traveled to Syria to fight in the uprising against President Bashar Assad. Some have joined extremist groups, including IS. A video posted online in April depicted a number of Jordanian IS fighters, including a child, tearing up their passports and threatening to assassinate the "tyrant," referring to the king.
Extremists have also targeted Jordan in the past. The Islamic State's precursor, known as al-Qaeda in Iraq, was founded by a Jordanian, Abu Musab al-Zarqawi. Under his leadership, the group carried out a triple bombing on Amman hotels in 2005 that killed more than 50 people.
Wary of the possible threats Jordan has taken steps to shore up its defenses, dispatching reinforcements to its border with Iraq and expanding anti-terror laws in June.
Jordan 'forms task force' against Islamic State. REALLY? ] E SE GESù di Betlemme, appare a King Abdullah II oggi, e lui vuole diventare cristiano domani, ed essere battezzato da PApa Francesco, cosa a lui succederà per apostasia? chi lo ucciderà? come si dovrà dimettere? Lui perderà il trono, gli toglieranno la moglie e i figli, perché, questo è quello che avviene in Giordania: oggi!  PROPRIO LUI: King Abdullah II, è LO STATO ISLAMICO, ogni SHARIA è la costituzione di uno STATO ISLAMICO! NON è UCCIDENDO QUALCHE TERRORISTA, CHE, LUI POTRà CONSOLARE LA SUA COSCIENZA! NON C'è PIù UN FUTURO PER IL GENERE UMANO, SE, LA SHARIA NON VIENE ABOLITA, in tutto il mondo! https://www.youtube.com/user/StopSpaMistafield/discussion
Jordan 'compito forme forza' contro Stato islamico. Re Abdullah II rubinetti riferito il primo ministro Abdullah Ensour al comitato di testa per affrontare la minaccia
In tempi di personale Israele 6 settembre 2014, Per saperne di più: Jordan 'compito forme forza' contro Stato islamico | The Times of Israel http://www.timesofisrael.com/jordan-forme-task-force-contro-islamico-stato / # ixzz3CX6oO6oD ]
Re di Giordania Abdullah II affronta la 68a sessione dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite, Martedì 24 settembre 2013 presso la sede delle Nazioni Unite. Jordan sta formando una speciale task force per affrontare possibili minacce da parte dell'organizzazione jihadista Stato islamico nel paese, secondo un alto funzionario del governo. Re Abdullah II ha sfruttato il primo ministro giordano Abdullah Ensour a capo della commissione, il funzionario ha detto quotidiano arabo Al-Hayat Sabato. IS ha catturato vasti territori nel vicino Iraq e Siria, e alcuni ritengono che il Regno hashemita potrebbe essere il suo prossimo obiettivo. La notizia è arrivata sulla scia di un report da un giornale-Sharq al-Awsat Giovedi che le forze di sicurezza giordane hanno arrestato 71 attivisti radicali appartenenti ad organizzazioni islamiste, incluso IS e della Siria di al-Nusra frontale fazione, in tutto il regno. Abdullah II ha partecipato ad un summit NATO di leader occidentali giovedì e venerdì, che è stato fortemente incentrati sulla minaccia dello Stato islamico. Al vertice, gli Stati Uniti e gli alleati chiave d'accordo che il gruppo Stato islamico era una minaccia significativa per i paesi della NATO e che avrebbe assunto i militanti stringendo le loro risorse finanziarie e andare dopo di loro con la forza militare. Tuttavia, un gruppo di deputati giordani ha chiesto Mercoledì che il regno rimanere fuori di qualsiasi guerra contro jihadisti stato islamico.
Ventuno deputati, che rappresentano le varie fazioni in Parlamento 150 posti, ha inviato un memorandum al diffusore Atef al-Tarawneh chiedendo "il governo non coinvolgere la Giordania (nella lotta) contro lo Stato islamico." "Questa guerra non è la nostra guerra. Di conseguenza, noi rifiutiamo categoricamente ogni contributo giordano in una battaglia che non è nostra ", hanno detto nel documento visto da AFP. "Noi non vogliamo essere trascinati in una coalizione internazionale", ha detto Khalil Attia, uno dei deputati che hanno firmato il memorandum.
Nonostante la sua relativa stabilità, la Giordania ha dovuto affrontare crescenti tensioni sul fronte interno con un milione di rifugiati siriani che attualmente risiedono entro i suoi confini e, dicono gli esperti, un movimento crescente di jihadisti e salafiti ultraconservatori. Centinaia di giordani sono noti per aver viaggiato in Siria per combattere nella rivolta contro il presidente Bashar Assad. Alcuni hanno aderito gruppi estremisti, tra cui IS. Un video pubblicato on-line nel mese di aprile raffigurato un certo numero di giordano IS combattenti, tra cui un bambino, strappare i loro passaporti e minacciando di assassinare il "tiranno", riferendosi al re. Gli estremisti hanno preso di mira anche la Giordania in passato. Il precursore dello Stato islamico, noto come al-Qaeda in Iraq, è stata fondata da un giordano, Abu Musab al-Zarqawi. Sotto la sua guida, il gruppo ha effettuato un bombardamento tripla su hotel Amman nel 2005, che ha ucciso più di 50 persone. Diffidare delle possibili minacce Giordania ha adottato misure per puntellare le sue difese, dispacciamento rinforzi per il suo confine con l'Iraq e l'espansione leggi anti-terrorismo nel mese di giugno.
Terrorismo: Somalia teme attentati, Dopo morte leader Shabaab ] tutti i musulmani che vivono in Europa devono dichiarare che, la sharia è crimine internazionale, contro i diritti umani, oppure devono essere deportati in Libia come terroristi! NON POSSIAMO ALLEVARE IN EUROPA I NAZISTI!
Adolfo Stella · Top Commentator · Scienze PoliticheE' l'errore che ha commesso l'Europa, ed in primis la Gran Bretagna e la Francia, per più di 50 anni e ora se ne pagano le amare conseguenze: accogliere gli imam radicali, che in patria ovviamente rischiavano grosso, come rifugiati politici. Non solo li abbiamo accolti, ma gli abbiamo permesso di diffondere, nelle moschee costruite grazie a i fondi delle monarchie della penisola araba (nostri alleati?), il loro messaggio estremista ed intollerante contro ebrei, cristiani e minoranze religiose anche dei paesi ospiti (provate ad andare con una croce al collo in uno dei tanti quartieri di Londra dove la fanno da padrone gli islamici...ed assaggerete la loro reazione). Hanno costruito in Europa le strutture per potersi diffondere nei loro paesi e distruggere i regimi moderati (la famigerata primavera araba) per poi, una volta creati i regimi teocratici basati sulla sharia, attaccare i paesi che li hanno accolti salvandoli e in generale tutto l'occidente cristiano. Hanno sfruttato le libertà che concede la democrazia, le libertà che concede la nostra religione tollerante nei confronti di chi è diverso, per poter porre le basi per distruggerle entrambe in un futuro neanche troppo lontano. Non solo tutti i mussulmani in Europa dovrebbero dichiarare la sharia un crimine contro l'umanità ed accettare la democrazia e lo stato di diritto, ma dovrebbero farlo soprattutto le massime autorità mussulmane, ma temo per come è strutturato l'islam, che questo non accadrà mai e anche se dovesse succeddere non servirebbe proprio a niente. SIAMO NOI CHE DOBBIAMO SVEGLIARCI E FARCI RISPETTARE.
Mehdi Nemmouche, il jihadista francese autore della strage del museo ebraico di Bruxelles lo scorso 24 maggio (4 morti) sarebbe stato uno dei carcerieri degli ostaggi occidentali detenuti in Siria. Lo scrive nell'edizione di oggi pomeriggio il quotidiano francese Le Monde. Nemmouche, che ha effettuato soggiorni in Siria nei ranghi dello Stato islamico, è stato arrestato in Francia ed estradato in Belgio il 29 luglio. Le testimonianze non sono tuttavia identiche. Killer Bruxelles fu carceriere in Siria, Mehdi Nemmouche sarebbe stato riconosciuto da ex ostaggi. Jordan 'forms task force' against Islamic State. REALLY? ] E SE GESù di Betlemme, appare a King Abdullah II oggi, e lui vuole diventare cristiano domani, ed essere battezzato da PApa Francesco, cosa a lui succederà per apostasia? chi lo ucciderà? come si dovrà dimettere? Lui perderà il trono, gli toglieranno la moglie e i figli, perché, questo è quello che avviene in Giordania: oggi! PROPRIO LUI: King Abdullah II, è LO STATO ISLAMICO, ogni SHARIA è la costituzione di uno STATO ISLAMICO! NON è UCCIDENDO QUALCHE TERRORISTA, CHE, LUI POTRà CONSOLARE LA SUA COSCIENZA! NON C'è PIù UN FUTURO PER IL GENERE UMANO, SE, LA SHARIA NON VIENE ABOLITA, in tutto il mondo! https://www.youtube.com/user/StopSpaMistafield/discussion
ma, in USA stampano denaro in continuazione e la disoccupazione è 1/3 che da noi! [ lavoro: Poletti, nostro modello non è Usa. Ministro risponde a richieste di una parte di Confindustria. GUSSAGO (BRESCIA), 6 SET - ''Non è la nostra posizione. Abbiamo avviato un percorso che sta scritto nella legge-delega: serve un equilibrio tra una giusta flessibilità e congrue tutele''. Lo ha affermato il ministro al Welfare, Giuliano Poletti, rispondendo a una domanda sul fatto che una parte di Confindustria per la riforma del lavoro voglia il modello Usa.
StudioNutrizionale Bruno Stellari · Top Commentator · Università degli Studi dell'Aquila
Il nostro modello è quello libico altrochè. Poletti bevesse qualche grappa in meno piuttosto. E riconoscesse il suo fallimento e quello dei suoi colleghi in toto. Siamo governati da falliti e cazzari piazzisti, cosa possiamo aspettarci da gente di questa risma?
================
Mosca: le sanzioni UE sono prova del sostegno dell'Europa al "partito della guerra" in Ucraina. Mosca: le sanzioni UE sono prova del sostegno dell'Europa al "partito della guerra" in Ucraina. L'annuncio da parte dell'Europa del nuovo allargamento delle sanzioni contro la Russia dimostra che dopo la tregua concordata a Minsk la leadership della UE in realtà invia un chiaro segnale di sostegno diretto al "partito della guerra" in Ucraina, hanno commentato oggi al ministero degli Esteri della Russia. "Invece di cercare disperatamente di infliggere un colpo doloroso alle economie dei suoi Paesi e della Russia, l'Unione Europea farebbe meglio a sostenere la ripresa economica e il ripristino delle condizioni di vita nella regione del Donbass", - hanno dichiarato al dicastero della diplomazia russa.
Per saperne di più: http://italian.ruvr.ru/news/2014_09_06/Mosca-le-sanzioni-UE-sono-prova-del-sostegno-dellEuropa-al-partito-della-guerra-in-Ucraina-0908/
I filorussi promettono di liberare oggi i prigionieri di guerra ucraini. Prigionieri di guerra ucraini, Donetsk. Il comando delle forze separatiste della Repubblica Popolare di Donetsk libererà tutti i prigionieri delle forze di sicurezza ucraine oggi. Le autorità di Kiev si sono impegnate a liberare gli uomini della milizia separatista lunedì. Lo ha dichiarato il primo ministro del governo indipendentista di Donetsk Alexander Zakharchenko.
In precedenza al ministero della Difesa della Repubblica avevano riferito che le forze di sicurezza ucraine non rispettano il cessate il fuoco, dal momento che durante la notte hanno bombardato una serie di centri abitati nel Donbass. Una dichiarazione simile è stata rilasciata dalle autorità di Kiev.
 http://italian.ruvr.ru/news/2014_09_06/I-filorussi-promettono-di-liberare-oggi-i-prigionieri-di-guerra-ucraini-8440/
Protocollo di Minsk: "la luce in fondo al tunnel". Il protocollo sul cessate-il-fuoco è stato firmato a Minsk dai rappresentanti dell'Ucraina, delle repubbliche popolari di Donetsk e Lugansk. L'accordo è entrato in vigore alle 18.00 del 5 settembre. L'accordo contiene totalmente 12 punti - in particolare, definiscono le modalità del controllo sul regime della tregua e lo scambio dei prigionieri. I negoziati nell'ambito del gruppo di contatto sull'Ucraina si sono protratti per oltre 4 ore. Le autorità di Kiev attualmente al potere sono state rappresentate dall'ex presidente ucraino Leonid Kuchma. Il Sud-Est è stato rappresentato dal premier della proclamata Repubblica Popolare di Donetsk Alexander Zakharchenko, dal vice-premier della stessa Andrey Purgin e dal capo della Repubblica Popolare di Lugansk Igor Plotnitsky. L'ambasciatore russo a Kiev Mikhail Zurabov e il rappresentante ufficiale dell'OSCE Heidi Tagliavini hanno svolto il ruolo di mediatori.
Il presidente della Russia Vladimir Putin qualche giorno fa ha proposto il suo piano della soluzione della crisi ucraina. E' composto di sette punti, il principale dei quali – è la cessazione dei combattimenti, il ritiro dell'esercito ucraino dai centri abitati di Donbass, l'apertura dei corridoi umanitari per i profughi e il controllo internazionale sull'osservanza degli accordi. Le autorità a Kiev – in particolare il premier Yatseniuk – hanno insistito che si poteva firmare soltanto l'accordo basato sul "piano Poroshenko". Anche se tuttora nessuno ha mai visto questo piano. D'altronde, la cosa principale – è che il documento è stato firmato. L'ha comunicato ai giornalisti riuniti nella capitale bielorussa il rappresentante ufficiale dell'OSCE Heidi Tagliavini.
Noi abbiamo appena firmato il protocollo composto di 12 punti. Il punto principale – è l'immediato cessate-il-fuoco che deve entrare in vigore oggi alle 18.00, l'ora di Minsk.
Le autorità di Kiev dallo scorso aprile stanno conducendo l'operazione di forza nell'Est dell'Ucraina rivolta contro gli abitanti della regione scontenti per il colpo di stato compiuto lo scorso febbraio. Secondo le informazioni fornite dall'ONU, dalla metà di aprile fino al 27 agosto in Ucraina sono stati uccisi oltre 25 abitanti pacifici, circa 6 mila sono stati feriti. Mosca per più di una volta ha invocato la comunità mondiale ad adottare tutte le possibili misure per il cessate-il-fuoco. L'accordo di Minsk – è il primo passo per la soluzione della crisi ucraina. Alcuni esperti l'hanno già definito "la luce in fondo al tunnel". Il presidente dell'Ucraina, il quale ora è ospite del summit NATO in Galles, ha già dichiarato: lui conta sulla scrupolosa osservanza degli accordi di Minsk. La risposta è arrivata dalla stessa città di Minsk. Il rappresentante della Repubblica Popolare di Donetsk ha rassicurato: ci sarà l'osservanza degli accordi. Saranno però annullati se arriverà almeno un solo sparo dalla parte di Kiev. E ha comunicato che letteralmente un'ora prima della proclamazione della tregua le forze di Kiev hanno colpito Donetsk con missili tattici "Tochka-U". In precedenza gli esperti hanno spiegato che l'impiego di una simile arma contro i cittadini del paese è un crimine di guerra, mentre soltanto il comandante in capo, ossia il presidente, poteva autorizzare una simile scarica missilistica. Inoltre i rappresentanti delle proclamate repubbliche hanno dichiarato: la tregua non significa che la Repubblica Popolare di Donetsk e la Repubblica Popolare di Lugansk rinunciano alla loro aspirazione all'indipendenza. I partecipanti alle trattative a Minsk stanno preparando un altro documento - memorandum sull'Ucraina. In esso saranno descritti dettagliatamente i passi per la soluzione della situazione nel paese.
http://italian.ruvr.ru/2014_09_06/Protocollo-di-Minsk-la-luce-in-fondo-al-tunnel-1485/
Decapitata nel suo giardino a #Londra 83enne d'origine italiane, il complice islamista ispirato da #ISIS #Siria #Iraq http://t.co/0ned8LN7nd https://twitter.com/Tg24Siria/status/507837266660970496/photo/1 TG 24 Siria non ha un nome questa donna? 3 settembre. #Siria, Terroristi #ISIS perpetrano nuovo massacro al danno di 15 passeggeri, maggior parte donne e bambini, nella zona di al-Shoula nella campagna orientale DeirEzzour. Una fonte del governatorato di DeirEzzour ha detto a SANA che i terroristi hanno bloccato la strada davanti un autobus di trasporto pubblico nella zona di al-Shoula nella campagna della provincia e hanno aperto il fuoco sui 15 passeggeri provenienti dai due villaggi Abu Hamam e al-Tayyaneh, maggior parte di loro sono donne e bambini. Dall'altra parte e nella provincia di Sweida, cinque civili sono stati uccisi e altri nove sono rimasti feriti, Mercoledì mattina, quando i terroristi Nusra hanno fatto esplodere due ordigni contro un loro autobus sulla strada di Dama-Ereiqa tra le province meridionali di Daraa e Sweida. La fonte ha detto che l'attacco ha provocato la morte di cinque cittadini e il ferimento di altri nove, che sono stati portati al National Hospital Sweida per ricevere le cure.
===================
questa Galassia jihadista, è un complotto USA Arabia SAUDITA, per rovinare il genere umano e distruggere Israele! TUTTO QUESTO ORRORE NON POTRà FINIRE FINCHé LA SHARIA NON VERRà CONDANNATA! ] #Siria, Come #ISIS recluta bambini => Futuri assassini. A 3 anni di distanza dai primi filmati dei terroristi in Siria, fu descritti MODERATI, in cui appaiano in modo flagrante i bambini reclutati dagli stessi terroristi di oggi nei loro campi d'addestramento, sparsi in diverse zone della Siria.
Finalmente, grazie alla campagna mediatica internazionale lanciata dagli stati uniti a seguito della decapitazione di Foley dopo l'avvicinamento del pericolo ISIS ai loro interessi ad Erbil in Iraq, sui canali italiani che seguono l'ordine della stampa mondiale si è inizia a vedere qualcosa. #ISIS avrebbe rilasciato un video con la decapitazione del secondo americano Steven Sotloff apparso nel video della decapitazione di Foley
 IL CAIRO, 6 SET - A Bengasi tra le fila dei miliziani jihadisti ci sono anche molti "algerini, pachistani ed egiziani", e la ripresa della città da parte delle forze governative "procede a rilento perché gli estremisti si annidano in zone residenziali, altamente popolate". Lo afferma il portavoce dell'esercito libico nella città, colonnello Mohamed Hegazi, citato dai media egiziani.
bisogna condannare ONU OIC, Arabia Saudita, LEGA ARABA, per crimini sharia contro, il genere umano! NON POSSIAMO TOLLERARE QUESTO NAZISMO SHARIA ] Egitto: fonti, miliziani Isis in Sinai, Militari si apprestano a lanciare massiccia offensiva. bisogna condannare ONU OIC, Arabia Saudita, LEGA ARABA, per crimini sharia contro, il genere umano! NON POSSIAMO TOLLERARE QUESTO NAZISMO SHARIA, QUALCUNO DEVE INCOMINCIARE A DIRE QUALCOSA! PERCHè, TUTTI I POLITICI OCCIDENTALI MASSONI FANNO FINTA DI NON VEDERE, CHE, IL VERO PROBLEMA DELLA QUESTIONE PALESTINESE è LA SHARIA? CON LA SHARIA TU DEVI MORIRE, TI DEVI ESTINGUERE! NON è POSSIBILE CONVIVERE PERCHé LA SHARIA, GUARDA a TE: il diverso? COME SI GUARDA ad UNO SChIAVO! ] Egitto: fonti, miliziani Isis in Sinai, Militari si apprestano a lanciare massiccia offensiva ] [ ISLAM DEVE PRENDERE L'ANTIPOLIO E LA SHARIA-POLIO DEVE MORIRE. QUESTO ORRORE ISLAMICO NAZISTA DELLA SHARIA, DEVE TROVARE UNA SOLUZIONE INTERNAZIONALE! COME ONU HA POTUTO TRADIRE I SUOI DIRITTI UMANI UNIVERSALI DEL 1948 FINO A QUESTO PUNTO? [ Siria: raid regime a Raqqa, 31 morti, Ondus, la metà delle vittime sono jihadisti dello Stato islamico ]

Obama and Erdogan Discuss Fighting Anti-Semitism [[ che cosa è tutta questa pagliacciata islamico satanistica 322 Kerry LaVey? Gli ebrei sono bravi finché sono massoni, culto usurocrazia rothschild, sono soltanto gli israeliani, che devono subire il genocidio, in ogni modo! INFATTI, PARLARE DI SIGNORAGGIO BANCARIO o di condannare SHARIA? è oggi ancora UN TABù! ed intanto per questo crimine di satanismo noi abbiamo la galassia jihadista nel mondo! ] White House says U.S. President and Turkish President discussed the importance of "combating the scourge of anti-Semitism." By Ben Ariel, Canada. First Publish: 9/6/2014, U.S. President Barack Obama on Friday urged Turkish President Recep Tayyip Erdogan to combat anti-Semitism, the White House said in a statement. "The President met with Turkish President Erdogan today in Newport, Wales, where both leaders were attending the NATO Summit. They exchanged views on how best to cooperate in the struggle against ISIS and violent extremism in Iraq and Syria, and on the need for strengthened measures against foreign fighters transiting to and from the battlefield," the statement said. They discussed the urgent need for effective pressure and diplomacy aimed at bringing to an end the conflicts in Ukraine and Libya. The President and President Erdogan also discussed the importance of building tolerant and inclusive societies and combating the scourge of anti-Semitism," it added. Under the rule of the Islamist AKP party of Erdogan, who used to be the country's prime minister before his recent election as president, anti-Semitism has risen steadily, prompting many young Turkish Jews to leave the country. That rising hatred has been blamed on vitriolic anti-Israel rhetoric by Turkish leaders and politicians, which often spills over into anti-Semitism. Israel and Turkey used to be close allies, even at the start of the AKP's rule. However, things soon turned sour as Erdogan drifted towards a "pan-Islamic" foreign policy, attacking the Jewish state regularly, including most notably when he stormed out of a TV interview with then-Israeli President Shimon Peres over Israel's 2009 Operation Cast Lead in Gaza. Relations reached an all-time low after the 2010 Mavi Marmara incident, when the Marmara ship, which claimed to be providing "humanitarian aid for the people of Gaza," defied orders to turn around and dock at the Ashdod port. After it ignored repeated warnings to change course, the IDF boarded the vessel - only to be attacked by Islamist extremists on board. The soldiers had no choice but to open fire, resulting in the deaths of nine of the IHH members on board. After an investigation, Israeli authorities discovered the vessel to be carrying no humanitarian aid - in fact, no aid supplies at all - whatsoever.
Erdogan has continued to verbally attack the Jewish state even after Prime Minister Binyamin Netanyahu, at the urging of Obama, apologized for the Marmara incident. The Turkish leader renewed his attacks against Israel during the recent Operation Protective Edge in Gaza. He threatened to end the normalization process with Israel over "state terrorism." Last week, however, Erdogan publicly shook the hand of an Israeli official, the first time in six years he had done so. https://www.youtube.com/user/StopSpaMistafield/discussion
Obama e Erdogan Discutere Combattere l'antisemitismo [[Che Cosa è Tutta this pagliacciata Islamico satanistica 322 Kerry LaVey? Gli Ebrei Sono bravi finche, Sono Massoni, Culto usurocrazia Rothschild. ma, Sono soltanto Gli israeliani, Che devono da subito, subire il genocidio, in OGNI modo! Infatti, Parlare DI SIGNORAGGIO BANCARIO o di condannare SHARIA? E Oggi Ancora UN TABU! Ed intanto per QUESTO Crimine di satanismo noi ABBiamo la Galassia jihadista, ed il sistema bildenberg massonico: nel Mondo! ] Casa Bianca dice il presidente americano e il presidente turco hanno discusso l'importanza della "lotta contro il flagello dell'antisemitismo." Da Ben Ariel, Canada. Prima pubblicazione: 2014/09/06, il presidente americano Barack Obama il Venerdì ha esortato il presidente turco Recep Tayyip Erdogan per combattere l'antisemitismo, la Casa Bianca ha detto in una dichiarazione. "Il presidente ha incontrato il presidente turco Erdogan oggi a Newport, nel Galles, dove entrambi i leader stavano partecipando al vertice della NATO. Hanno scambiato opinioni sul modo migliore per collaborare nella lotta contro ISIS e l'estremismo violento in Iraq e Siria, e sulla necessità di misure rafforzate contro i combattenti stranieri che transitano da e per il campo di battaglia ", ha detto la dichiarazione. Hanno discusso la necessità urgente per la pressione e la diplomazia efficace volto a porre fine ai conflitti in Ucraina e Libia. Il Presidente e il Presidente Erdogan ha anche discusso l'importanza di costruire società tolleranti e inclusive e la lotta contro il flagello dell'antisemitismo ", ha aggiunto. Sotto il dominio del partito islamico Akp di Erdogan, che ha usato per essere il primo ministro del paese prima della sua recente elezione a presidente, l'antisemitismo è aumentato costantemente, spingendo molti giovani ebrei turchi a lasciare il paese. Tale aumento odio è stato incolpato il vetriolo retorica anti-Israele da parte di dirigenti e politici turchi, che spesso sconfina in antisemitismo. Israele e Turchia usato per essere stretti alleati, anche all'inizio del governo dell'AKP. Tuttavia, le cose appena girato acido come Erdogan alla deriva verso una politica estera "pan-islamico", attaccando lo Stato ebraico regolarmente, tra cui in particolare quando si precipitò fuori di un'intervista televisiva con l'allora presidente israeliano Shimon Peres nel corso di Israele 2009 Operazione Piombo Fuso a Gaza. Relazioni raggiunto un minimo storico dopo la Mavi Marmara incidente del 2010, quando la nave Marmara, che sosteneva di essere fornire "aiuti umanitari per la popolazione di Gaza," ha sfidato l'ordine di girare intorno e dock al porto di Ashdod. Dopo Ha ignorato i ripetuti avvertimenti a cambiare rotta, l'IDF saliti a bordo del peschereccio - solo per essere attaccati da estremisti islamici a bordo. I soldati avevano altra scelta che aprire il fuoco, causando la morte di nove dei membri IHH a bordo. Dopo un'indagine, le autorità israeliane hanno scoperto la nave da trasportava senza aiuti umanitari - in realtà, non le forniture di aiuto a tutti - di sorta. Erdogan ha continuato ad attaccare verbalmente lo stato ebraico, anche dopo che il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu, sotto la spinta di Obama, si è scusato per l'incidente di Marmara. Il leader turco ha rinnovato i suoi attacchi contro Israele durante la recente operazione bordo protettivo a Gaza. Ha minacciato di terminare il processo di normalizzazione con Israele per "terrorismo di Stato". La scorsa settimana, tuttavia, Erdogan strinse pubblicamente la mano di un funzionario israeliano, la prima volta in sei anni aveva fatto così. https://www.youtube.com/user/StopSpaMistafield/discussion
'Burn IS Flag Challenge' Sparks Political Inferno. An odd social media trend transcended political and cultural boundaries, international media reported Friday, after the popular "ALS Ice Bucket Challenge" (#ALSicebucketchallenge) has sparked a movement to make burning the Islamic State (IS) flag viral instead. Dubbed the #BurnISISFlagChallenge, hundreds of Lebanese activists have taken up the North American trend - which has become a popular way to promote the need for research into the degenerative ALS disease - and brought dissent against IS's reign of terror into the streets. 'Burn è Bandiera Challenge' Sparks Inferno politico. Una strana tendenza social media trascendeva i confini politici e culturali, i media internazionali hanno riferito Venerdì, dopo il popolare "ALS Ice Bucket Challenge" (#ALSicebucketchallenge) ha scatenato un movimento per far bruciare Stato islamico (IS) bandiera virale, invece. Soprannominata la #BurnISISFlagChallenge , centinaia di attivisti libanesi hanno raccolto la tendenza del Nord America - che è diventato un modo popolare per promuovere la necessità per la ricerca sulla malattia degenerativa ALS - e ha portato il dissenso contro il regno di IS di terrore per le strade.